Fisarmoniche di Castelfidardo Marche

Fisarmoniche di Castelfidardo

Come i violini a Cremona, così le fisarmoniche a Castelfidardo.

Strumento dal suono allegro e inconfondibile, si pensa che il suo primo antenato sia stato uno strumento a fiato di origine cinese, il “tcheng”, evolutosi poi nel corso del tempo e giunto a Vienna nel 1800 come “scatola musicale”. È qui che la leggenda si combina ai fatti storici: sembra che un giovanissimo Paolo Soprani abbia avuto l’occasione di poter studiare la scatola musicale da un viandante svizzero ospite dalla sua famiglia per qualche tempo. È proprio da questo incontro che nascerà più tardi la bottega di Castelfidardo dello stesso Paolo Soprani, il quale ha contribuito alla creazione della fisarmonica come la conosciamo oggi e a esportarla in tutto il mondo.

Oggi le Fisarmoniche di Castelfidardo sono annoverate fra le migliori al mondo per la grande qualità, grazie anche all’intraprendenza e alla minuzia di persone come Massimo Mazzantini, artigiano e imprenditore, oltre che fondatore del negozio Castelfidardo Musica, punto di riferimento per tutti gli appassionati di questo magico strumento musicale.

A Castelfidardo troverete inoltre il Museo Internazionale della Fisarmonica, molto interessante dal punto di vista della storia e dell’evoluzione dello strumento, in quanto raduna una grande quantità di fisarmoniche dalle origini ad oggi, compresa inoltre una interessantissima riproduzione di laboratorio artigianale di altri tempi e una tradizione tutta da raccontare.

ArteFatto a manoMusica dal vivo

CURIOSITÀ

  • In Italia un precedente della fisarmonica si ha con Leonardo da Vinci, che abbozzò uno strumento musicale costituito da un mantice, una tastiera in verticale e delle canne dalle quali, se schiacciate, sarebbe dovuto uscire il suono.

TIPS

  • Ogni anno a Castelfidardo si tiene il Festival Internazionale della Fisarmonica, che raduna musicisti da tutto il mondo ed è caratterizzato da serate di musica, esposizioni di strumenti, fotografie e tanto divertimento per tutti.
  • Se passate a Castelfidardo non potete saltare la visita alla fisarmonica e l’organetto più grande del mondo: ebbene sì, si trovano proprio in città e sono perfettamente funzionanti!
Si è verificato un errore.
Se vuoi, puoi provare nuovamente.