alghero passeggiata
Cerca
Check in
Check out

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

A/R Solo andata
Adulti
(12+)
Bambini
(2-11)
Neonati
(0-23m)
Andata il
Ritorno il
Partenza
Ritorno

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

Alghero & Riviera del Corallo

Come arrivare

In aereo

Ad Alghero si trova l’aeroporto Alghero-Fertilia Riviera del Corallo (AHO), servito da Alitalia e low cost come Ryanair ed Easyjet. Dista circa 35 chilometri da Sassari ed è collegato da un bus navetta.

In nave

Il porto più vicino è quello di Porto Torres, che dista circa 18 km da Sassari. È collegato con Genova e Civitavecchia. Le compagnie che offrono un servizio su Porto Torres sono Grandi Navi Veloci, Tirrenia e Grimaldi Lines.

In auto

Da Cagliari imboccare la SS 131 per raggiungere in ordine Bosa, Alghero, Sassari e Stintino. Da Olbia e Nuoro percorrere la SS 131 Dcn fino ad imboccare la SS 131 in direzione nord.

Come muoversi

A piedi e in bici

I centri storici di Alghero, Bosa e Castelsardo sono da esplorare a piedi o in bicicletta, per perdersi tra i vicoli o fermarsi per un tuffo nelle spiagge più belle.

Con i mezzi pubblici

Ad Alghero il trasporto urbano è gestito dall’Arst e collega anche il centro città con l’aeroporto Fertilia. A Sassari il servizio urbano e suburbano è gestito dall’Atp.

In automobile

È sicuramente il mezzo ideale per spostarsi autonomamente lungo la Riviera del Corallo, ammirando gli splendidi panorami a picco sul mare.

In moto

Le strade panoramiche del nord Sardegna sono un vero paradiso per i motociclisti. Imperdibile la litoranea Bosa-Alghero.

Periodo consigliato

Primavera

Una stagione da dedicare alla natura e al trekking in uno scenario spettacolare fatto di cielo e mare turchesi e piccoli gioielli d’arte sparsi qua e là nel profumo di macchia mediterranea.

Estate

È il periodo ideale per tuffarsi tra coralli e delfini nella splendida costa nord-occidentale dell’isola. Nel susseguirsi di coste sabbiose e calette nascoste scoprirete la più verace tradizione sarda.

Autunno

Parola d’ordine: sagre. Un ottimo periodo per dedicarsi alle degustazioni delle specialità enogastronomiche della zona. E tra un bicchiere di Sella&Mosca e uno di Malvasia, ripercorrere le tracce di una civiltà piena di storia.

Cosa mettere in valigia

Scarpe comode per un trekking a Capo Caccia o sull’Isola dell’Asinara, ma anche per le passeggiate sul lungomare di Alghero e per visitare il Castello Malaspina di Bosa. Infradito, costumi e telo mare per un tour delle numerose e bellissime spiagge della costa. Maschera e boccaglio per immergersi sott’acqua e ammirare da vicino il famoso corallo. E non dimenticate impermeabile e ombrello se viaggiate in autunno.

Budget

Dormire

Il prezzo medio per dormire in un albergo 3 stelle a Sassari è di 65€. Ad Alghero si sale a 114€ e a 320€ per un hotel 5 stelle. A Bosa dormire in b&b costa 50€ a notte circa, mentre per un albergo 3 stelle in alta stagione si spendono più di 100€ a testa.

Mangiare

Il prezzo medio per cenare in una trattoria tra Sassari e Alghero si aggira intorno ai 25€, che salgono a 40€ se si tratta di un ristorante.

Muoversi

A Sassari un biglietto per una corsa semplice valido 90 minuti su tutte le linee Atp costa 1,30€; un biglietto giornaliero 3,30€.

Piatti tipici

Razza alla bosana: s’azzada è un piatto tipico di Bosa. La razza viene cucinata con ingredienti dai sapori piuttosto forti, come aglio e aceto, che però vengono sapientemente combinati e rendono il piatto una prelibatezza da non perdere.

Fainè alla sassarese: è di origine genovese; il nome infatti deriva da fainà, la farinata di ceci. La fainè è però più saporita della farinata, perché può contenere cipolle, rosmarino, salsiccia, pepe nero, carciofi e funghi.

Aragosta alla catalana: a dispetto del nome, è un piatto tipico di Alghero, gustoso e dal bell’aspetto. La ricetta è molto semplice: l’aragosta viene bollita e condita con pomodorini e cipolle marinate. Il suo sapore è indimenticabile!

Curiosità

Sassari ha dato i natali a parecchie personalità importanti nel panorama politico del Belpaese, come Enrico Berlinguer e ben 2 presidenti della Repubblica: Antonio Segni e Francesco Cossiga. Anche l’attrice e showgirl Elisabetta Canalis è nata a Sassari, mentre lo stilista Antonio Marras è di Alghero.

L’algherese è una variante del catalano orientale parlata appunto nella città di Alghero. Risale al XIV secolo, quando le popolazioni locali vennero espulse e deportate in Spagna come schiavi per volere dei conquistatori aragonesi e sostituite con genti venute dalla Catalogna.

Bosa è famosa per la tradizione del filet, prezioso merletto ricamato a mano, che arricchisce case e corredi.

le dieci ragioni per visitare Alghero & Riviera del Corallo

1

Ammirare i meravigliosi colori della spiaggia La Pelosa a Stintino, tra sabbia bianchissima e mare turchese

panorama borgo di castelsardo
2

Scoprire Castelsardo, un grazioso borgo tra i più belli d’Italia sospeso tra la roccia e il mare

Le colorate case di Bosa sul Temo
3

Perdersi nei vicoli di Bosa, tra le case colorate e un bellissimo panorama sul fiume Temo

La spiaggia Le Bombarde ad Alghero
4

Godersi le più belle spiagge della costa nord-ovest della Sardegna: le Bombarde, il Lazzaretto, La Speranza e Cala Compultitu

passeggiata ai bastioni di alghero
5

Passeggiare tra i bastioni di Alghero, la piccola Barcellona in cui si parla catalano

sito archeologico monte d'accoddi
6

Visitare il misterioso sito archeologico di Monte d'Accoddi

Credits Wikimedia commons
La Malvasia di Bosa
7

Assaggiare la Malvasia Doc, prodotta nelle campagne di Bosa

Escursione all'Asinara
8

Fare un'escursione in fuoristrada all’Asinara, l’isola selvaggia famosa per essere stata un penitenziario di massima sicurezza

Credits Wikimedia Commons
Il villaggio nuragico di Palmavera
9

Tornare indietro nel tempo visitando il complesso nuragico di Palmavera

La Basilica in stie romanico di Saccargia
10

Visitare la basilica romanica della Santissima Trinità di Saccargia, a pochi chilometri da Sassari

Ti potrebbero piacere

Si è verificato un errore.
Se vuoi, puoi provare nuovamente.